Friction Spot Joining

RISPARMIO ENERGETICO PER L'UNIONE IN LEGA LEGGERA

La crescente domanda di leghe di alluminio ad alta resistenza come materiale tecnico ha spinto Kawasaki a sviluppare un metodo efficiente per unire alluminio, magnesio e altri materiali leggeri. Friction Spot Joining (FSJ) è un processo che utilizza la forza e la rotazione ad alta velocità per generare attrito che unisce due o più fogli di materiale in pochi secondi. Per soddisfare al meglio le esigenze di applicazione e flessibilità, il sistema Kawasaki FSJ è offerto sia in configurazione fissa che robotica. Il sistema robotico Kawasaki FSJ utilizza un robot Kawasaki dotato di una pistola FSJ a doppio servomotore che può essere manipolata in modo simile a una pistola per saldatura a punti per unire i materiali.

Il sistema Kawasaki FSJ ha molti vantaggi rispetto alla saldatura a punti per l'unione di leghe leggere. Innanzitutto, il sistema ha un investimento iniziale basso, il 50% di un tipico sistema di saldatura a punti a resistenza (RSW) e non è necessario un sistema di circolazione dell'acqua per raffreddare il servomotore. In secondo luogo, il processo FSJ è altamente efficiente dal punto di vista energetico, richiedendo il 5% di energia rispetto a una saldatura a punti di resistenza. Infine, il processo FSJ non provoca esalazioni o espulsione di materiale dal materiale unito.

Kawasaki può aiutarti a ridurre in modo significativo il costo della giunzione in lega leggera attraverso l'uso del nostro innovativo sistema di giunzione a punti di attrito.

Applicazioni di giunzione a punti di attrito per robot Kawasaki

ROBOT DI SALDATURA A PUNTI A FRIZIONE:

Fai clic su un robot di seguito per saperne di più.

  • Kawasaki Bseries

    Serie B.

    Carico utile: 100-300 kg
    Max. raggiungere:
    1.634 - 3.412 mm

    Serie B.
  • Kawasaki CX210L

    Serie CX

    Carico utile: 110-210 kg
    Max. sbraccio: 2.699 mm

    Serie CX
  • Kawasaki ZXE300S

    Serie Z

    Carico utile: 100-300 kg
    Max. raggiungere:
    1.634 - 3.230 mm

    Serie Z
  • Condividere

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Linkedin
  • Mail